Disoccupati

La disoccupazione è la condizione di mancanza di lavoro per una persona che rientri in una fascia d’età ancora occupabile e che lo stia ancora cercando attivamente, sia perché ha perso il lavoro che svolgeva – disoccupato, sia coloro che sono in cerca della loro prima occupazione – inoccupato.

la disoccupazione è una grave piaga sociale ma invitiamo sempre le persone che passano presso i nostri uffici o che ci contattano telefonicamente a vedere con positività questo delicato passaggio come una possibilità per vedere le nuove le opportunità migliori per sé, a capire cosa è necessario fare per trovare un nuovo lavoro e, magari, a trovare il coraggio di cambiare e sperimentare strade nuove.

Tutto questo è difficile, ma possibile e gli uffici di Unioncoop sono a disposizione per accogliere i disoccupati di media e lunga durata,  che, mediante un primo colloquio conoscitivo verranno indirizzati al percorso più potenzialmente efficace.

Lo stato di disoccupazione si conserva quando:

  • il lavoratore che svolge attività di lavoro dipendente, di collaborazione coordinata e continuativa o che sia socio lavoratore di cooperativa con un reddito annuo imponibile lordo non superiore a 8.000,00 Euro. Tale soglia non si applica ai soggetti di cui all’art. 8, commi 2 e 3 del D. Lgs. 468/1997;
  • il lavoratore libero professionista, titolare di partita Iva , prestatore d’opera occasionale, lavoratore autonomo che per l’anno in corso dichiari un reddito imponibile lordo presunto non superiore a 4.800,00 Euro;
  • il lavoratore che svolga contemporaneamente attività lavorative di entrambe le tipologie sopra descritte, da cui derivi un reddito annuo imponibile lordo non superiore ad 8.000,00 Euro.

Lo stato di disoccupazione si sospende quando:

il lavoratore è assunto con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato o con contratto di lavoro temporaneo con durata del contratto o della missione inferiore o pari a 8 mesi, ovvero a 4 mesi se si tratta di giovane, da cui derivi un reddito annuo lordo imponibile superiore ad € 8.000,00;

il lavoratore accetta un’offerta di lavoro non congrua o usurante, così come previsto dal D.Lgs. 374/1993 e dal D.M. 19 maggio 1999. In questo caso lo stato di disoccupazione si sospende per 8 mesi o 4 se si tratta di giovani.

L’anzianità di disoccupazione riprende a decorrere una volta cessato il rapporto;

Durante il periodo di sospensione vengono meno gli obblighi a carico del Centro per l’Impiego previsti dal D.L.gs. 181/2000, come modificato dal D.L.gs. 297/2002

per ulteriori informazioni vi invitiamo a consultare il portale INPS

ACCOGLIENZA

Come prima fase di accoglienza si raccolgono le documentazioni che attestino lo storico dell’attività lavorativa del disoccupato o inoccupato)
Consigliamo all’utente di portare con sé, oltre al documento d’identità e il codice fiscale, la seguente documentazione:

  • DID – dichiarazione di immediata disponibilità Status di disoccupazione aggiornato, reperibili presso il Centro per l’impiego di competenza
  • Curriculum vitae

ORIENTAMENTO

Possono essere predisposti ulteriori colloqui per verificare la compatibilità del profilo dell’utente con i requisiti per i corsi attivi finanziati

  • consulta i corsi FSE over 30 attivi al momento
  • consulta i corsi GARANZIA GIOVANI under 30 (a breve verranno rifinanziati e quindi riattivati)

INSERIMENTO LAVORATIVO

La formazione continua (Life Long Learning) rappresenta un elemento imprescindibile per adattarsi ad un mondo in rapido cambiamento.

Investire sulle proprie competenze è il primo passo verso l’inserimento lavorativo… PIù SAI PIù VAI!

Nel caso non sia possibile inserire l’utente in una attività di sostegno mediante la partecipazione ad un CORSO FINANZIATO FSE, potranno essere predisposti dei colloqui lavorativi compatibili alle vacancie aperte.

Compila il form e mandaci la tua segnalazione.

INCENTIVO ALL’AUTOIMPRENDITORIALITÀ

A  titolo di incentivo all’avvio di un’attività lavorativa autonoma o di impresa individuale o per la sottoscrizione di una quota di capitale sociale di una cooperativa esiste la possibilità per il disoccupato, solo se percettore di NASpI di richiedere la liquidazione anticipata in un’unica soluzione dell’importo complessivo del trattamento che gli spetta e che non gli è stato ancora erogato.

La medesima facoltà è da riconoscersi al lavoratore che intenda sviluppare  a  tempo  pieno  un’attività autonoma già iniziata durante il rapporto di  lavoro  dipendente  la cui cessazione ha dato luogo alla prestazione NASpI.

per ulteriori informazioni si invita a consultare la circolare completa (specifica al punto 2.9) 

Vuoi rimanere aggiornato sui nostri corsi? Iscriviti alla newsletter!